martedì 17 aprile 2012

Una battaglia vinta: l'ex Asilo messo a nuovo


Anni fa mi occupai, per la mia rubrica "La città che non t'aspetti", di questo complesso in abbandono, l'ex Asilo Regina Elena, di Ancona, sul Colle Guasco. Aperto, pieno di immondizie, calcinacci, giornali addirittura esteri, segno che qualcuno proveniente dal porto, magari, ci andava anche a dormire, condizioni igieniche inqualificabili. Bene, oggi lo Studio Salmoni Architetti Associati lo sta rimettendo a nuovo come mostrano queste foto reperite sul loro sito http://www.archisal.it/
Ed ecco quanto si legge nella pagina dedicata all'ex Asilo in fase di ristrutturazione: "L’intervento in oggetto riguarda gli edifici compresi nel Complesso immobiliare della ex Asilo Regina Elena, storica scuola della città attiva sin dalla metà dell’800. Il complesso immobiliare è localizzato alle pendici del Colle Guasco, in Via Rupi, in prossimità del Palazzo degli Anziani. Si compone di due corpi di fabbrica e di un esteso giardino interno. Le opere di risanamento conservativo sono finalizzate alla trasformazione residenziale degli edifici, con specifica attenzione ai più alti standard abitativi, alla sostenibilità energetica, ed anche alla valorizzazione dei caratteri storico – architettonici, assai diffusi." Ma il mio blog è legato anche ai misteri, e difatti lascio aperto il dubbio. Per chi sta lavorando lo Studio Salmoni? Per il Comune? Per la Provincia? Essendo un ex Asilo, si presume che l'edificio rientrasse nel demanio pubblico. Magari oggi non è più così? Se gli alloggi abitativi saranno venduti alle famiglie private è molto probabile. Ma i beni demaniali non sono inalienabili? Come è stata decisa la dismissione di questa scuola?