sabato 24 settembre 2011

Il tunnel segreto del Monte Conero?


La comparsa su Wikipedia alla voce “Monte Conero” di un paragrafo relativo a una presunta base militare sotterranea costituita da una serie di tunnel fa scattare l’inchiesta. Cosa si nasconde vicino Ancona? La risposta sta forse in un cartello fotografato da Google Earth in cima al monte. L'insegna parla di una strada militare che porta alla sede del Terzo Distaccamento Autonomo Interforze. Cercando notizie su questo corpo militare emerge, da un sito di informazione su sicurezza difesa e giustizia, che svolgerebbe azioni di spionaggio seguendo un progetto Nato chiamato Echelon. La notizia di uno spionaggio della popolazione era trapelata negli anni ’60 e coincidenza  vuole che il responsabile della schedatura di 157mila italiani fosse l'ex capo della sezione di Ancona del Controspionaggio, il generale dei Carabinieri Giovanni Allavena. A queste rivelazioni pare sia collegata anche la tragica fine di un colonnello del Sifar, Renzo Rocca, ufficialmente morto suicida il 27 giugno 1968. Il monte Conero in pratica sarebbe legato ai progetti oscuri di Gladio. L’imboccatura del tunnel si troverebbe tra il Poggio e Massignano e sarebbe tuttora sorvegliata di notte. In passato si era parlato di Ancona a proposito del tentato golpe De Lorenzo che sarebbe dovuto scattare nel 1964, ovvero quando secondo La Stampa i tunnel del Conero sarebbero divenuti di proprietà della Marina Militare Italiana. L’obiettivo dei golpisti era di concentrare nel capoluogo marchigiano e all’aeroporto di Falconara gli “enucleandi”, cioè i nemici dello Stato. Ma tra i segreti insondabili del Monte Conero non c'è solo la base militare, bensì anche il satanismo. I quotidiani locali parlarono pochi anni fa di messe nere e croci rovesciate. In un libro di Rhodes del 1962 intitolato "La Messa Nera" viene descritto, quale luogo ideale per il rito del Sabba, che risalirebbe al 1300-1350 e sarebbe ascrivibile ai Templari, proprio un "largo spiazzo" posto su un altopiano e confinante con un bosco. Il che farebbe pensare a un posto del Conero chiamato Pian De Raggetti, sul quale pare siano state ritrovate incisioni su pietra dovute a riti sacrificali di epoche antiche. La presenza dei Templari sarebbe testimoniata sul Conero dai capitelli della Badia di San Pietro, una chiesetta posta in cima al monte. I capitelli vennero scolpiti probabilmente da questi monaci guerrieri e raffiguravano degli esseri mostruosi e diabolici.


43 commenti:

  1. Siete stati quasi 500 a visitare questo post sul tunnel. Allora vi vorrei consigliare, nel caso voleste avventurarvi vicino all'ingresso di questa misteriosa base militare, di non farlo, perché pare accertato che sia tuttora attiva e che i militari abbiano l'ordine di sparare contro chi tenta di scavalcare la recinzione. Aspettate che siano le autorità competenti, politici, polizia, carabinieri, soprintendenza, a fare chiarezza sui rischi per la popolazione dovuti all'eventuale presenza di armi nel Monte Conero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma nn dire scemenze!!!!!!!!!stai attento a quello ke dici!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    2. dentro una base militare é territorio militare,le scemenze le scrive chi non ha fatto il militare e non ha avuto il piu basilare addestramento, pertanto come facevo anche io,si intima l'alt e se il o i soggetti non collaborano si "dovrebbe" sparare un colpo in aria e se la situazione non cambia si spara (non alle gambe perché a distanza o nel buoio col cavolo che ci si riesce ,poi al poligono si spara o in testa o al ...) per uccidere, ma solo se i o il soggetto é all'interno della base con i piedi,se per disgrazzia é in cima alla recinzione o muro e cade fuori sono cazxx per chi spara se é debtro c'é una licenza premio e congratulazioni,sicuramente l'alto la chi va la, fermo o sparo,un colpo in aria é la classica e l'ufficiale addestramento, ma se uno prima spara a dosso e poi un colpo a vuoto in aria poco importa.

      ATTENTI a non scavalcare nessuna recinzione,potete anche toccarla, magari qualcuno si altera ma non succede nulla se scavalcate sapete che se va bene é penale se vi va male tornate a casa in una bara,quello che ho detto é alla base di qualsiasi guardia che si faceva a naya e i proiettili non erano finti nei caricatori!

      Elimina
    3. in tutte le basi italiane hanno l'ordine di sparare a vista se scavalchi la recinzione, ma non possono farlo fin quando non l'hai fatto, se ti beccano nel gesto ti urlano di fermarti, anche se poi è così segreta la base hanno anche i veicoli al suo interno girano, mio padre una volta si è fermato difianco alla recinzione alla base americana a sigonella perchè aveva bucato nel giro di un minuto è arrivata una jeep con militari chiedeva di ripartire, mio padre gli ha fatto notare della ruota a terra, sono rimasti fino a quando non ha finito il lavoro ed è ripartito. senza contare poi i militari nel suolo italiano hanno le regole d'ingaggio dei carabinieri, se non sei armato non possono usare la pistola/fucile.

      Elimina
    4. Vi vorrei informare che l'ingresso della base non è lungi la strada fra massignano e poggio, ma sulla cima del monte conero, e si sviluppa per più di venti piani sotterranei. Arrivati al monte conero, dove c'è l'hotel e la chiesa ex convento, vedrete che la strada prosegue, ma è strada militare di cui è vietato l'accesso, e alla fine in cima c'è una palazzina che è l'accesso alla base, dove c'è un ascensore che porta ai piani sotto. La base è attiva e presidiata da militari italiani. Sulla sperficie in cima ci sono gli apparati di telecomunicazioni.
      Quello che c'è sotto ai livelli più bassi non si sa, i civili che ci sono andati non possono andare più del 5/7 livello.

      Elimina
  2. Sono venuto a conoscenza di questa base dopo aver visto la puntata di Mistero di oggi. Nei filmati davanti l'entrata non c'era nessuno, però si vedeva che tutto era nuovissimo... Vernice mimetica della torretta, catene e lucchetti nuovissimi, messi su altri vecchi cancelli apparentemente inutili.
    Il fatto che sia così occultata mi fa pensare al fatto che possano essere conservate armi chimiche.

    Per sapere di più sulla storia italiana delle armi chimiche

    - http://bur.rcslibri.corriere.it/libro/3715_veleni_di_stato_di_feo.html

    - http://espresso.repubblica.it/dettaglio/articolo/2115480

    - http://speciali.espresso.repubblica.it/popup/Italia_veleni/

    RispondiElimina
  3. MA INSOMMA SIAMO IN ITALIA O IN RUSSIA ....???DAVVERO MI PARE GRAVE QUESTO........IO AD ANCONA VADO ALL'OSPEDALE CARDIOLOGICO, AL MARE ....A SUONARE...CON GLI ALLIEVI PERCHE' FACCIO IL PROFESSORE DI MUSICA....E NON POSSIAMO SAPERE CHE DIAVOLO C'E' LA' SOTTO .....SE CI SONO BOMBE ATOMICHE O GAS NERVINO....O QUALUNQUE ALTRA COSA....!!!!!!!!???????????MA SCHERZIAMO....IO INTERPELLERO' DEI PARLAMENTARI MIEI AMICI....E SI VEDRA'!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Dai commenti e dalle visite più alte del solito capisco che hanno mandato in onda quell'intervista. Sinceramente non credo che quella trasmissione fosse la collocazione più adatta per l'argomento. Soprattutto siamo rimasti a fare la location a Sirolo mentre si poteva dare un'informazione più chiara sulla Base, visto che di notte c'è un faro sparato contro la strada come quello tristemente noto di Mario Lozano. Volevano creare un personaggio? Forse ci sono riusciti, allora. Non entro sul fatto se questi militari abbiano o meno il diritto di ammazzarti se scavalchi la cancellata, non sono un esperto di diritto, il problema è che un turista può non saperlo che è una base così pericolosa. Ad Ancona alcuni giornalisti mi hanno invece tranquillizzato che il fatto del 1984 era molto noto. Chiedo scusa a tutti.

    RispondiElimina
  5. Nicola Pompilio11 maggio 2012 12:52

    La puntata di ieri sera di Mistero e' stata bella ed interessante infatti su questa storia..Certo attenzione agli espoloratori "della domenica" perche magari qualche pazzo esagitato militare ci fa scappare il morto..
    Ma sarebbe bello sapere davvero qualcosa in piu...

    RispondiElimina
  6. Dicono che è del 3 DAI...distaccamento autonomo interforze.... facente parte del sisde....

    RispondiElimina
  7. io abito vicino al monte conero e i miei parenti sono originari del poggio, ora trasferiti a camerano, sulle navi affondate la causa è il trave, antico porto romano parzialmente sommerso presente nel golfo di portonovo, mentre per la base, esiste ed è come descritta precedentemente, è attiva e se passate li davanti nella torretta ci sono persone e fuori a volte ci sono cani, ed è possibile vedere chiaramente una faglia nella roccia, ed è risaputo dagli abitanti della zona che ci sono tunnel sotto tutto il monte conero, mentre la storia che la montagna si apre....mi sembra un pò eccessivo.
    poi per esperienza personale mentre mi trovavo nel albergo in cima al monte conero di cui è proprietario un amico ho visto persone vestite di nero ed incappucciate entrare nella zona militare limitata da cancelli e filo spinato sulla cima del monte !

    RispondiElimina
  8. .. sammai Sisme (militare) e non Sisde (ministero interno).. che poi oggi questi acronimi sono stati sostituiti da Aise (militare) Aisi (m. interno)... non corriamo troppo con la fantasia... bastano quei pagliacci di Mistero e chi li guarda in TV !

    RispondiElimina
  9. Io sento privatamente racconti allucinanti da parte di chi ha fatto il servizio militare in Italia. Secondo queste persone, come quelle che hanno scritto quei brutti messaggi sopra, la zona militare è al di fuori delle nostre leggi civili e si può anche ammazzare qualcuno che non si è fatto riconoscere. Vi posso aggiungere un altro racconto secondo cui nella caserma di Falconara diversi anni fa veniva fatto utilizzare un chiodo alla recluta in punizione per pulire il water. Io penso che il nonnismo in Italia sia stato abolito da tempo e che sia il caso di denunciare alle autorità civili questi comportamenti. Invito tutti quelli che hanno subito abusi in caserma a scriverli qui. Anche perché da esperienze personali ho appreso che oggi chi indossa una divisa il saluto militare non sa più farlo e pensa di poter usare il suo potere a scopo coercitivo. Quindi mi metto idealmente tra le vittime.

    RispondiElimina
  10. Stò morendo dalle risate,non ne avete detta una giusta.Però potete dormire sereni.
    Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
  11. per chi ha fatto il militare dovreste sapere che le zone militari sono sempre sorvegliate anche solo da un soldato eppoi cmq facendo delle ricerche ho potuto riscontrare che tutte le cose dette dal programma "Mistero"sono veritiere...in risposta alla persona che ha degli amici parlamentari "ma tu pensi che loro verrebbero a dirti se ci sono delle armi biologiche?

    RispondiElimina
  12. Di fronte a tanti "esperti" militari continuo a ridere.Vi consiglierei di guardare on-line il sito della Marina Militare oppure ,per chi è del posto, di andare al baretto del paese e domandare che cosa mai si cela dentro la montagna.Potrei dirvelo io ma Zurg me lo ha proibito.

    Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
  13. La base è una stazione di ascolto per la ricezione dei segnali inviati dagli impianti alieni-militari nei corpi degli addotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu scherza ma guarda che proprio li sul monte nella base oggi chiamata 3 D.a.I. il settore dedicato agli oggetti non identificati cè davvero e te lo dico da ex di quella base...io non sono mai entrato nella sala (nella 2^ foto di questo blog..è la parte centrale verso il mare a forma quadrata) ebbi la fortuna di fare amicizia (è non è facile) con un maresciallo che lavorava li dentro perché eravamo delle stesse parti e l'ho conosciuto al paese...pensate che non vedevamo mai quelli che lavoravano li uscivano in orari diversi sempre in auto ...comunque non mi ha mai rivelato nulla di particolare tranne una volta si è fatto scappare qualcosa mentre parlavamo dell'avvistamento avvenuto proprio in quei giorni li sul monte comunque pare che il sito faccia parte di una rete mondiale Nato ..addirittura pare sia in rete con l'area 51 tant'e vero che una volta all'anno venivano dagli Stati Uniti un gruppo di militari ed ingegneri civili ..siccome io ero alla parte logistica mi occupavo delle pratiche burocratiche e vidi i loro tesserini c'era scritto Top secret area poi altre cose e poi scritto State of Nevada U.S.A. Per finire... ho incontrato qualche giorno fa il maresciallo mio concittadino e mi aveva detto che era appena arrivato dagli Stati Uniti e che era per lavoro nello stato del Nevada,,, ed io scherzando.gli ho detto : nell'area 51 ?... si è fatto una risata e poi mi ha risposto: ma tu credi davvero dell'esistenza di quella base? Poi cambiammo discorso e ci mettemmo a parlare di fregna...meglio vero??
      Piu di questo non posso dirvi perrche non so altro. Ciao a tutti

      Elimina
    2. Guarda che io non scherzavo per niente ho scritto quello che ho scritto con cognizione di causa. So bene che lì ascoltano veramente i pensieri degli addotti e monitorano l'attività aliena su di essi e ne usufruiscono a loro volta per sviluppare la guerra parapsicologica. Tu mi confermi che alcuni reparti segreti NATO (francesi,inglesi e italiani) collaborano con i militari americani nel progetto condiviso con gli alieni, i miei sono sospetti ben fondati e in parte corroborati da prove. Grazie della tua testimonianza.

      Elimina
  14. Da presunti siti militari: CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE: "Sotto il Monte Conero insistono gallerie e basi sotterranee già dalla fine dell'Ottocento, ampliate per la prima guerra mondiale e per la seconda guerra mondiale. La guerra Fredda ha visto un notevole ampliamento della Base". "Via delle Cave, 80/Bis - Casermetta "Alfeo Brandimarte" sul Monte Conero tra Località Poggio e Località Massignano": IN ATTIVITA'.

    RispondiElimina
  15. Caro Massimo D'Agostino tutte le vicende e supposizioni formulate fino ad ora sono solo storie inventate ed amplificate negli anni.Purtroppo niente UFO o ICBM niente P2 niente basi sottomarine o aperture strane.E neppure sbarramenti di tunnel non essendovi una strada che vi passa.Il sito è una normale base militare come ce ne sono molte altre in Italia e all'estero,ovvio che alcune sono piu' protette di altre.Esilarante la trasmissione fatta con tanto di intervista al scemo del villaggio, pretendeva un miliardo per svelare il segreto......Facciamo che se un giorno torno sul Conero ti contatto e con una mangiata di pesce ti svelo io il mistero.Solo guardando la tipologia del sito dovresti aver capito che cosa è!
    Ciao.Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ci dice che non sei un insabbiatore? Dimostralo.

      Elimina
  16. Insabbiatore?E che cosa dovrei insabbiare?Il segreto di Pulcinella?
    Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
  17. Vi vorrei informare che l'ingresso della base non è lungo la strada fra massignano e poggio, ma sulla cima del monte conero, e si sviluppa per più di venti piani sotterranei. Arrivati al monte conero, dove c'è l'hotel e la chiesa ex convento, vedrete che la strada prosegue, ma è strada militare di cui è vietato l'accesso, e alla fine in cima c'è una palazzina che è l'accesso alla base, dove c'è un ascensore che porta ai piani sotto. La base è attiva e presidiata da militari italiani. Sulla sperficie in cima ci sono gli apparati di telecomunicazioni. Quello che c'è sotto ai livelli più bassi non si sa, i civili che ci sono andati non possono andare più del 5/7 livello.
    Comunque se su google earth cercate monte conero vi porta direttamente alla fotografia satellitare del sito della base, si vedono anche macchine parcheggiate, quindi è attiva eccome

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ascensore? La fantasia diventa realtà? Se così fosse sarebbero state clonate delle importanti infrastrutture civili presenti ad Ancona da diversi decenni: l'Ascensore del Passetto e la Galleria Risorgimento, visto che la foto di Google della Base tra Poggio e Massignano fa pensare a un tunnel con quelle caratteristiche estetiche.

      Elimina
  18. Capperi ,si entrava e usciva da sopra addirittura con l'ascensore?E io che per molto tempo ho usato il cancello principale giu'al Poggio.
    Guardate che state dicendo sempre le stesse storie inventate e amplificate.Sulla sommità del monte c'erano delle apparecchiature molti anni fa totalmente sicure e non centravano niente con la base sotto.Visto che vi piace trovare siti strani perchè non guardate lungo la statale da Ancona al Poggio?Oppure a Porto Potenza Picena?
    Ex militare Poggio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che sei un ex militare hai mai sentito parlare di una base sotterranea nei pressi di Belluno e di una sul monte Musimè vicino a Torino?

      Elimina
  19. Trovo strano che il titolare del Blog risponda a chi scrive scemenze e non prenda in considerazione le cose da me scritte.Mah!Forse sono un insabbiatore,o forse ho detto troppo.
    Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna polemica, lo state facendo voi questo post con le segnalazioni. Siete stati in 4.739 a leggere questo post, senza le mie visite. Ho aggiunto una mappa personalizzata, sperando che la Guerra Fredda e gli arresti per spionaggio non abbiamo più motivo di esistere.

      Elimina
  20. Guarda che ho un mio parente che è andato a fare delle manutenzioni sulla base perchè hanno appetecchiature radio che usano anche all'aeroporto raffaello sanzio.
    Ebbene ha preso l'ascensore ed èandato fino al livelli 9 sotterraneo.
    Ora fate voi le vs considerazioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è un legge giornalistica secondo cui una testimonianza ha valore se chi la porta ha un nome e un cognome. Se avete paura di ritorsioni potete sempre contattarmi in privato alla e-mail che trovate sul mio profilo, come su tutti i blog. Se farete così, oltre ad evitare polemiche, mi permetterete di fare ulteriori verifiche e indagini.

      Elimina
    2. Vai a parlare con i tecnici che fanno la nanutenzione agli apparati dell" aeroporto di Ancona, loro sono stati nella base...

      Elimina
  21. Che ci siano elettricisti che vadano a fare manutenzione ad un sito della rete S.A.R. va bene,che adesso i piani da 7 siano diventati 9 ......fermateli.
    Vi posso dire che la caserma del Poggio non è in collegamento con altri siti.
    Se andaste a vedere scoprireste che di entrate ce ne sono 2.
    Il sito è di tipo normale.
    La foto della caserma è pubblicata sul sito della Marina Militare.
    Nei paesei limitrofi molti vi hanno prestato servizio militare.
    La luce accecante che avete visto non è altro che un normale proiettore acceso per controllo recinzione.
    Non vi viene svolta nessuna attività illegale.
    Mai sentito di basi sul famigerato monte presso Torino.
    Siti protetti a Belluno?Caro amico ti sembrerà strano ma tutto il NordEst ne è pieno e credimi non ho svelato nessun segreto militare.
    Saluto tutti gli anconetani ricordando il bel periodo passato là.
    EX militare Poggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul sito della Marina risulta solo il Deposito Munizioni del Poggio, che a leggere Wikipedia pare sia ben distinto dalla base del Monte Conero, che in effetti sorge subito prima dell'abitato di Massignano.

      Elimina
  22. Come dicevano i miei frà ,parlamo e se capimo.Visto che avete scoperto che cosa c'è al Poggio?Un normale deposito di munizioni.Sulla vetta allo stato attuale una rete S.A.R. piu' altri ponti radio.Ovvio che i due siti siano ben distinti,non centrano ne mai hanno centrato nulla l'uno con l'altro.Ho espletato centinaia di vigilanze armate il posto lo conosco bene se avete dubbi nel possibile vi rispondo.
    Ex militare Poggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedendo Google Earth viene da pensare che il tunnel che si vede prima di Massignano (nelle mie foto e inquadrato da Mistero su Italia1) possa avere uno sbocco (anche?) dietro il deposito munizioni del Poggio, dove c'è il campo sportivo. Sembra di vedere un autoarticolato che esce dal monte. Sarebbero circa due km di tunnel a occhio. Fantasie di noi poveri civili?

      Elimina
  23. Ciao Massimo,l'ingresso principale è dentro la caserma, sono molto meno di 2KM tra i due ingressi.Dentro però non domandatemi.

    RispondiElimina
  24. Ti ho già risposto sopra.Ciao.

    RispondiElimina
  25. bravo ex militare poggio...hai fatto bene a scrivere quelle cose...d'altronde il documento NOS che hai firmato prima di esserti congedato era scritto chiaramente che oltre a non rivelare mai le attività reali della base...dovevi...nel caso qualcuno ti chiedesse...inventare ciò che di piu logico ti veniva in mente. Mi raccomando continua così e non fare colpi di testa. Ciao frà!

    RispondiElimina
  26. 20 Ottobre 1954
    Italia e U.S.A.,tramite i loro governi, stipulano il B.I.A. (Bilateral Infrastructure Agreement)
    con cui definiscono termini e modalità d'uso di aree presenti nel territorio nazionale, da parte di personale militare statunitense; detto accordo, a tutt'oggi, é secretato.
    Da allora e per l'intera decade degli anni Sessanta si assiste ad un massiccio intervento edificatorio a carattere prevalentemente sotterraneo, sia di basi militari ex novo (monte Moscal, Mondragone, etc.) sia di aree già in essere ma opportunamente ampliate (monte Conero, etc.).
    Nei casi citati progetto, modalità esecutiva e risultato finale dell'opera, sono pressochè identici.
    Il Conero tuttavia, presenta peculiarità morfologiche e geografiche tali da meritare, una molteplice "destinazione d'uso" così riassunta:
    - centro di comando in caso di conflitto;
    - veglia radar su tutto il fronte aereo e/o marittimo adriatico;
    - deposito munizioni "speciali" ove per speciali si intende munizionamento nucleare;
    - postazione lancio missili a medio/lunga gittata tramite rampe fisse e mobili.
    Quanto affermato al fine di contrastare l'eventuale attacco sovietico via Balcani.
    Alla base del Conero si accede, almeno all'epoca delle tensioni Est - Ovest, tramite i seguenti ingressi:
    - uno pedonale posizionato in vetta, attualmente occupata dal 3°D.A.I.;
    - uno carrabile a pochi metri dall'hotel e precisamente procedendo in salita prima dell'arrivo all'hotel medesimo si svolta a sx. in direzione pian grande - pian di raggetti. Dopo il crollo del muro di Berlino, l'entrata é stata cementata;
    - uno carrabile lato Poggio in corrispondenza della caserma ora in uso alla M.M.;
    - uno carrabile lungo la strada Poggio-Massignano.
    Nel tratto interno che collega questi ultimi, salvo modifiche apportate nel tempo, diparte il lungo tratto che sbocca al mare e per la precisione nella parete fronte scogli Due Sorelle , tant'é che all'apoca venne aperta ad hoc la cava per estrarre il materiale calcareo derivante dall'esplosivo utilizzato per creare il tunnel.
    Quanto sin ora affermato é da ricondurre, per la personale presenza e coinvolgimento in loco, fino al dissolvimento dell'Unione Sovietica ed al consequenziale "cessato pericolo"
    Ignoro, dunque, le eventuali modifiche ad oggi riscontrabili.
    Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  27. Ammazza che scoperta: queste cose, nei dintorni di Ancona, le sanno pure i bambini!!! Dove sarebbe la novità?!

    RispondiElimina
  28. anonimo scusa puoi specificare a cosa ti riferisci: alla risposta precedente o a tutto o parte di quello che c'è scritto nell'articolo?

    RispondiElimina