lunedì 7 marzo 2011

Vendita di armi italiane a Gheddafi nel 1984: Rutelli sapeva tutto?


Francesco Rutelli aveva le prove della fornitura di armi alla Libia. Il politico romano esordì nel 1984 combattendo una personale battaglia contro le mine nel mar Rosso. Di chi erano e da quale azienda venivano? Secondo il leader dei Verdi, se non era sicuro che fossero italiane lo erano certamente quelle vendute alla Libia e ad altri due paesi allora irrequieti come Iran e Iraq. Non c’era da fidarsi insomma del nostro governo che metteva a rischio i propri militari mandandoli proprio laddove pochi giorni o mesi prima si sapeva fossero state installate mine made in Italy. I due bersagli politici di questi attacchi, Spadolini e Craxi, chiesero prove e smentirono, eppure per Rutelli ogni anno in quel periodo giravano in Italia tangenti sulle armi per 250-300 miliardi di vecchie lire. Ma, allora, perché Rutelli recentemente non ha chiesto conto al parlamento italiano della guerra in Iraq?