martedì 8 novembre 2011

Ancona, un'università nell'ossario dei soldati


L’attuale facoltà di Economia e Commercio di Ancona fino al 1966 era un ossario con 9mila scheletri appartenenti a soldati italiani morti nella ex Jugoslavia durante l’ultimo conflitto mondiale. Queste ossa appare accertato che, secondo quanto riportavano i quotidiani dell’epoca, fossero state conservate in piccole cassettine riposte nei locali vuoti della Caserma Villarey, che oggi è stata restaurata e restituita alla cittadinanza sotto forma di splendida ed elegante università. Ma c’è questo giallo che non farà dormire sonni tranquilli né agli studenti, né al rettore che ha permesso la conversione dello stabile a facoltà universitaria. Quanti soldati furono seppelliti provvisoriamente ad Ancona prima di essere trasferiti nel mausoleo di Bari e quale oscuro progetto volle che il monte Cardeto divenisse un cimitero militare?