martedì 7 aprile 2015

Lo sfruttamento sullo sfondo delle tragedie


Lino Zanussi era nel mirino della contestazione operaia quando cadde con il suo aereo in Spagna. Il 9 marzo del 1968, solo tre mesi prima della tragedia, sul quotidiano L'Unità si parlò di sfruttamento dei lavoratori. Al centro della contestazione, in quell'anno così carico di proteste dei movimenti della sinistra, c'era la Zanussi, un'azienda di Pordenone considerata in grande crescita in tutta Europa. Crescita che, a leggere l'articolo di Ugo Baduel, avveniva sulla pelle degli operai, costretti a dei turni di lavoro lunghissimi e in un ambiente aziendale insalubre. La morte di Zanussi fu dunque una fatalità o fu un attentato per la presenza su quell'aereo di una spia di Rinaldi? Inoltre, gli assassini di Biagi si riferivano a queste proteste sessantottine quando inviarono le loro minacce a Marco Biagi?