sabato 6 novembre 2010

La Piovra 5: il traffico armi-droga con l'Africa e la mediazione di Rosario Spatola?


La piovra 5 vede il complicato scenario della mafia divisa tra la dinastia dei baroni Linori, che pulivano dal 1970 il denaro della mafia nell'edilizia, e l’ascesa del corrotto dirigente Corvo, preferito dalla Cupola. La faida porta a tante vittime, mentre il traffico più ambito è quello che da Espinosa porta all’Africa e allo scambio rifiuti-armi/droga. Il più astuto nella guerra mafiosa è Tano, ma la giustizia con il suo paladino Licata riesce a fermare le iniziative illecite del "cattivo" con l’Africa. La famiglia Linori ricalca nella realtà l’attività mafiosa di Rosario Spatola divisa tra Italia e Stati Uniti. Il traffico di rifiuti tossici porta la mente alla morte tragica della giornalista Ilaria Alpi, la quale poco tempo più tardi provò a raccontare proprio questa storia vera. Tra gli altri personaggi Annibale Corvo percorre con leggero anticipo la tragica vicenda di Salvo Lima, ma anche nella giustizia vi sono personaggi importanti: Davide Licata, che prende il posto di Cattani, sembra una controfigura del giudice Borsellino, al pari di Cattani con il giudice Falcone.