martedì 4 gennaio 2011

iPad, Youtube e il Giornalismo...in crisi. (post per giornalisti)


Su internet nessun giornalista o editore guadagna se non con la sua pubblicità. Il che è un problema non da poco, perché il nostro know how sulla vendita di pubblicità non è affatto elevato. Ho fatto un esperimento iscrivendomi come blogger e come youtuber. Il risultato è confortante quando si pubblicano contenuti condivisibili con l’estero come il calcio, ma Adsense è una grossa fregatura come tutti i pay per click. Dunque se la gente ti vede e ti legge cambia poco in fatto di crescita economica. Eppure gli editori online che offrirebbero lavoro sono in crescita. La figura più ricercata è l'Account, bel nome che nasconde però un volgare lavoro porta a porta per convincere la gente a fare pubblicità, con speranze di guadagni pari a zero.