martedì 11 novembre 2014

Ci sono 143 basi segrete in Italia


Il numero che mi è stato fornito da un mio informatore via internet è impressionante. Ha parlato di 143 basi militari che probabilmente sono ancora attive nel nostro territorio, e, di queste, 25 dovrebbero essere di massima sicurezza, tra cui il Monte Conero. Ritengo attendibili questi dati, ciò che mi è stato detto si è sempre avverato. Comunque non sono in grado di affermare che siano tutte basi sotterranee, né che siano costruite nelle viscere delle montagne. Ma è molto probabile. Quelle degli anni '60, le basi della guerra fredda, che pure un minimo di scandalo avrebbero dovuto crearlo, dovrebbero essere la punta dell'iceberg. A questo punto alcune brevi considerazioni. Intanto 143 (122 bombardamenti più 21 mitragliamenti) sono stati anche i bombardamenti aerei degli anglo-americani su Ancona nel 1943-44. E questa coincidenza fa proprio paura. In secondo luogo, è chiaro che per difendere queste decine e decine di basi servono coperture e controlli. Servono collaboratori e collaborazioni. Serve soprattutto silenzio da parte dei giornalisti. E' anche per questo che non sto guardando Saviano in questo momento in televisione. Non certo per invidia. Gli lascio volentieri il palcoscenico e mi aggiungerei agli intervistatori con una domanda: dove sono, nascosti dentro quali montagne, le tonnellate di immondizia della Camorra di cui parlò in Gomorra? Sono per caso in alcune di queste basi della Nato? Il suo libro secondo me è stato poco letto, al di là delle chiacchiere di contorno. Dove sono, oltre all'immondizia, i cinesi, protagonisti di quella mafia? E su quali giornali sono uscite le notizie di tutti quegli omicidi che riempiono la seconda parte di Gomorra?