giovedì 2 febbraio 2012

Con chi protestare per il precariato?


Il responsabile del precariato in Italia sarebbe secondo Wikipedia Tiziano Treu. L’uomo politico, prima del governo Prodi, poi di quello di D’Alema, è legato al cosiddetto "Pacchetto Treu" – scrive l’enciclopedia online - da cui trae origine la legge 196/97 ("Norme in materia di promozione dell'occupazione"). Con questa legge il lavoro interinale e altre forme contrattuali di lavoro atipico entrano a far parte dell'ordinamento italiano del lavoro. Il "Pacchetto Treu" viene considerato come uno dei principali atti legislativi che hanno permesso la nascita del precariato." Inutile quindi protestare in piazza se è stata una legge a permettere ai “padroni”, come li chiama Il fatto quotidiano, di distruggere le tutele dei propri lavoratori e inutile far causa, visto che il problema secondo il quotidiano di Travaglio è così grave da coinvolgere tanti cittadini. L’impegno dovrebbe essere quello di bocciare in referendum questa legge sul precariato ripristinando la legalità sul posto di lavoro evitando la condanna a morte del lavoratore.