venerdì 11 ottobre 2013

I killer del futuro? Li scopre il Parlamento italiano


Saremo tutti perseguitati sul posto di lavoro da questi grandi studiosi della mente umana che hanno inventato il Mobbing. A casa avremo una persecuzione continua a causa dello Stalking. Le donne italiane moriranno per mano di così tanti serial killer che è stato dato un nome al loro delitto: il "Femminicidio". Se cammineremo per strada saremo falciati da ubriaconi senza cervello, così qualcuno in politica ha deciso di dare un nome a questa morte: "Omicidio stradale". E non è un brutto sogno che ho fatto. La legge sul "Femminicidio" di cui ha parlato il TG1 si aggiunge ad altre leggi già varate dal Parlamento. Esse indicano che ancora una volta si sta attuando dai seggi di Palazzo Madama e di Montecitorio una rivoluzione in tutti i campi della vita civile, senza che gli uffici giudiziari preposti stiano lavorando su queste novità. Mi spiego meglio: con una leggina, la solita occupazione dei nostri politicastri, si cerca di stabilire un nuovo reato che sicuramente esiste nella nostra quotidianità, se è vero che loro ci stanno mettendo le mani, ma che altrettanto sicuramente presuppone altri elementi di indagine sulla società civile che andrebbero svolti: Uso di droghe? Abuso di psicofarmaci? Uso di comportamenti persecutori frutto magari di studi criminali sulla psiche umana? Ma perché nessuno nelle forze di polizia studia questi fenomeni per prevenirli?
Un altro problema per le forze di polizia e i giudici sarà questo sdoppiamento del potere giudiziario: i processi sui delitti d'ora in poi saranno dei veri e propri processi politici, scaturiti dall'applicazione di leggi varate da gente che, come Berlusconi ma certamente non solo lui, ha la fedina penale sporca. Ecco, è gravissimo, un'emergenza. E mi dispiace che questo accade proprio mentre con le mie ricerche sto dimostrando che Tangentopoli è stato un processo soprattutto politico. Processo che tuttavia si era inserito in una problematica reale e molto sentita dalla gente, quella delle mazzette per gli appalti. Ma quanti appalti truccati si potevano ancora scoprire (vogliamo parlare di Italia 90?) se quegli stessi magistrati non avessero applicato concetti stalinisti alla loro attività, indagandosi a vicenda come i sovietici che pensavano così di garantire la salvezza alla loro rivoluzione?