giovedì 14 novembre 2013

La strage di Nassiriya fu una tragedia annunciata


La prova che la strage di Nassiriya si poteva evitare consiste in una relazione del Copasir, approvata nella seduta del 28 settembre 2005 e disponibile sul web. L'analisi spiega che furono ricevute dai nostri Servizi Segreti minacce per l'Italia e gli italiani da parte di Al Qaeda pochi giorni prima dell'attentato. Si sapeva cioè in ambienti militari dei rischi che correvano quegli uomini in Iraq. Lo sapeva e lo segnalava il Sismi. "Tra la fine di ottobre ed i primi di novembre del 2003, vale a dire fino ad una settimana prima della strage di Nassiriya, il Sismi aveva segnalato il rischio di attacchi contro il contingente militare italiano". Secondo il referente di questo comitato parlamentare la minaccia consisteva in una strategia terroristica di Al Qaeda che si manifestava sotto forma di messaggi online contenenti avvertimenti di ciò che sarebbe successo. Il documento chiude questa breve analisi dando un giudizio positivo all'operato del Sismi, il quale sventando un attentato contro l'ambasciata italiana a Beirut sembra abbia scoperto anche i responsabili della strage di Nassiriya.