martedì 12 ottobre 2010

Bin Laden profetizzava l'11 settembre 2001... nel 1998 su Repubblica


Osama Bin Laden aveva previsto tutto e tutti sapevano cosa questo terrorista avrebbe fatto: italiani, americani, e soprattutto i lettori di Repubblica. Il 9 agosto del 1998 era uscito un articolo in cui già il titolo, riferito a Bin Laden, spiegava tutto. “Il signore del terrore” infatti aveva fatto capire di odiare gli Stati Uniti per il loro intervento in Kuwait nel 1991, aveva seminato il panico con gli attentati di Nairobi e di Dar El Salaam e previsto l’11 settembre 2001. Disse e Repubblica riportò fedelmente: “Prevedo un giorno nero per l’America, se Allah vorrà gli Stati Uniti si smembreranno, saranno cacciati dalle nostre terre e fuggiranno portandosi appresso i cadaveri dei loro figli.” Che è quello che lui molto probabilmente ha poi messo in atto. Ma non mi fermerei qui. Di lui si sapeva anche che aveva interessi economici in Europa, tra Italia, Germania, Gran Bretagna e Croazia, ma soprattutto si sapeva che la base logistica del suo operato criminale era in Pakistan, uno Stato mai toccato da guerre, ma dove poi gli Usa lo avrebbero trovato e ucciso. Qui era nato nel 1998 il “Fronte islamico internazionale contro gli ebrei e i crociati”. E’ terribile sapere da questo articolo che tante vite di militari sono state spezzate in territori che, stando a questa testimonianza, non erano toccati direttamente dal terrorismo di Bin Laden.