mercoledì 6 marzo 2013

Clamoroso: Silvia Baraldini parla del giudice Falcone


Silvia Baraldini, la ex terrorista internazionale che era detenuta negli Stati Uniti parla del giudice Falcone in una recente intervista rilasciata a radio 100 passi, un’emittente siciliana. Nelle dichiarazioni colpisce il fatto che, secondo la donna, il giudice Falcone le stava chiedendo di collaborare in cambio della liberazione, eventualità “evaporata” con l’attentato di Capaci. La Baraldini pare sia stata incredibilmente liberata nel settembre del 2006 per l’indulto, nonostante nella legge che decretava questo provvedimento di amnistia non erano compresi i reati di terrorismo internazionale. E proprio di quello era stata accusata la Baraldini, la quale al momento della liberazione doveva ancora scontare 20 anni di prigione. Invece ora gira l’Italia per delle conferenze, grazie anche allo stipendio concessole dal politico di sinistra Walter Veltroni, come sembra di capire dal sito lisistrata.it. Così ora il terrorismo si mescola alla nostra quotidianità. Uno dei più noti ultras dell’Ancona calcio, A. A., ha intitolato la sua squadra antirazzista ad Assata Shakur, un’altra terrorista la quale uccise due poliziotti nel 1973 e poi aiutò nel 1979 la stessa Baraldini a fuggire dal carcere di Clinton, nel New Jersey.