sabato 29 ottobre 2011

La nazionale italiana dell'82 vinse i mondiali con iniezioni di Corteccia Surrenale


La Corteccia Surrenale è una sostanza dopante e lo si sapeva fin dal 1960, sia in Svizzera, sia in Italia. In un’inchiesta che la Lega Calcio aveva svolto incaricandone il medico Gerardo Ottani era infatti emerso che 13 squadre di serie A e 14 di serie B nel 1961 facevano uso di questo farmaco, i cui effetti nel libro scritto dallo stesso professore e intitolato: “Doping e calcio professionistico” erano molto chiari e dicevano questo in sintesi: che potrebbero esserci complicazioni gravi. Tuttavia questa inchiesta è stata presto dimenticata e molti quotidiani hanno liberamente parlato della Corteccia Surrenale e delle sperimentazioni che alcuni medici, tra cui quello della Nazionale il professor Vecchiet, svolsero sui calciatori. Fa davvero scalpore il caso della nazionale che vinse il mondiale del 1982. Dopo Mexico 86 Nela si lamentò: “Ci hanno preparato solo con i farmaci”, che era anche il titolo de La Stampa. Emerse che quella cura di Corteccia Surrenale riguardava anche i mondiali precedenti.