martedì 8 settembre 2015

L'Italia attaccata dalla Turchia in Kurdistan?


L'aviazione turca sta aprendo il fuoco contro il PKK, ovvero quei militari che l'altro giorno avete visto sul TG5. Perché il guaio è che il nostro Governo Renzi è lì, sul posto, per rifornire di armi i curdi, che, secondo un articolo di Panorama del 2014, ormai si sono uniti tra loro: PKK di Ocalan (ve lo ricordate? quello della villa di Casal Palocco che volevano solo i comunisti) e PDK. Lo scopo sarebbe quello di liberare la regione, ma la Turchia il 7 settembre 2015 ha attaccato nel nord dell'Iraq e ucciso 40 ribelli. Noi a questo punto ci siamo dentro. Siamo ufficialmente in guerra? Forse è per questo che il mio commento, che faceva riferimento a queste notizie che arrivano dalla Svizzera, è stato censurato sul Manifesto. Sembra che i giornalisti italiani cerchino di nascondere queste perdite.