venerdì 15 novembre 2013

Colpo di Stato in Sardegna?


Sembra, leggendo le carte del Copasir, che Villa La Certosa, situata in località Punta della Volpe, in Sardegna, sia una sede alternativa di massima sicurezza per la presidenza del consiglio. Secondo il documento del 2005 si è tentato di opporre il segreto di stato nello stesso anno, durante il tentativo della procura di Tempio Pausania di effettuare una perquisizione dell'area. La gestione di questa delicata pratica fu affidata al sottosegretario Gianni Letta, eppure il documento non parla mai del Cavaliere Berlusconi, ma cita a pagina 25 una lettera del sottosegretario Gianni Letta, il quale definisce così l'area di Villa La Certosa: è una "sede alternativa di massima sicurezza per l'incolumità del Presidente del Consiglio, dei suoi familiari e dei suoi collaboratori" e serve "per la continuità dell'azione di Governo". La villa era talmente importante da meritare una maggiore "copertura radar" e una "protezione militare".