martedì 3 maggio 2016

Un parcheggio alla Passalacqua? Gruppo Facebook protesta


La verità per Pietro Camedda. La chiede un gruppo pubblico di Facebook in cui recentemente è stata pubblicata la notizia che nella caserma Passalacqua il sindaco di Novara, Andrea Ballarè, ha inaugurato dei parcheggi. Un provvedimento che è ritenuto inopportuno dagli iscritti al gruppo, in quanto ignorerebbe la tragedia del militare Camedda. Cercando notizie sulla caserma Passalacqua, per capire se sia mai uscita sui giornali del nord Italia la notizia dei detenuti politici di Mussolini, è proprio la storia di Pietro Camedda a colpire. Pare che questo giovane, macellaio diciannovenne originario di Gattinara, scomparve dalla caserma Passalacqua il 31 luglio del 1984, poco dopo l'appello mattutino, quando stava per presentarsi al comando della caserma Perrone. I militari della Passalacqua pare di capire che cercarono di evitare lo scandalo e procedettero denunciando il ragazzo per diserzione. Ma i genitori non accettarono quell'ipotesi e insistettero per l'omicidio. La morte di Camedda non fu l'unica tragedia della caserma Passalacqua. Nel nuovo archivio del Corriere della Sera emergono dal passato altri casi di militari finiti nel mirino delle indagini o deceduti in circostanze misteriose.