domenica 30 agosto 2015

La piscina del Taunus di Numana chiusa per debiti


Niente piscina, niente tennis e addio animazione serale per i bambini. I turisti belgi, tedeschi, polacchi e italiani del Taunus di Numana hanno avuto questa amara sorpresa all'inizio dell'estate 2015. L'acqua della grande piscina, azzurra nelle locandine e su internet, era diventata gialla per l'abbandono. Il gestore del ristorante, rimasto invece aperto, è demoralizzato: ha dovuto rinunciare al grande flusso di clienti cui era abituato. Tutta colpa dell'affare Neumann - ha detto sconsolato -. La morte del padre ha fatto emergere ingenti debiti e pare che i figli abbiano rinunciato all'eredità. Tra le proprietà della società c'era anche il complesso del Taunus 2, che è rimasto coinvolto nell'inchiesta. Fino a quando la procedura giudiziaria non si chiuderà - ha affermato il ristoratore - la piscina non potrà riaprire. E si preannunciano, come sempre avviene in Italia, tempi lunghi.