sabato 29 agosto 2015

Ancona 1944, tante denunce nessun colpevole


Tante denunce, nessun colpevole, ma tanti sospetti sui soldati tedeschi. Furono tutto sommato queste le caratteristiche dell’occupazione nazista di Ancona sotto il profilo giudiziario. E' quanto emerge dai fascicoli processuali conservati presso l'archivio di Stato di Ancona e finalmente liberi dal segreto d'ufficio dopo 70 anni. Si scopre così che i cittadini dorici continuarono fino all’ultimo giorno di guerra a recarsi nelle caserme di carabinieri, polizia e guardia di finanza per raccontare le loro disavventure. Ci furono uomini in divisa, ad Ancona, che vollero dare agli abitanti l’illusione di poter contare sempre su uno Stato efficiente. Ma le loro indagini raramente condussero alla cattura dei colpevoli. Tuttavia svelarono che furti e omicidi venivano attuati regolarmente dai soldati tedeschi.