sabato 29 agosto 2015

Le strane coincidenze con la morte del comandante Bucci


L'assassinio del comandante dei Vigili Urbani di Ancona, Elpidio Bucci, è sempre più avvolto nel mistero. Il delitto fu rivendicato dai partigiani come un atto di guerra, ma emergono dai fascicoli processuali nuove verità sconvolgenti. Nello stesso giorno, il 27 gennaio del 1944, e quasi nello stesso posto, risulta che fu ucciso anche un ferroviere in pensione, Luigi Giardini, il quale secondo la ricostruzione dei carabinieri fu investito da un'auto dei tedeschi. Al contrario, non si trova nulla in archivio riguardo al delitto Bucci. Nel registro di Stato civile di Ancona, un Elpidio Bucci risulta effettivamente deceduto nel 1944, mentre la morte di Luigi Giardini venne registrata solo nel 1945. Oltre a quest'ultimo, morirono investiti dalle auto tedesche in transito per Ancona anche la signora Ersilia Casaccia, sul cui corpo i nazisti si accanirono facendo marcia indietro e passandoci sopra una seconda volta, e il ciclista Mario Latini.