sabato 6 febbraio 2016

Il 60% del Consorzio-Sir valeva 228 milioni di euro?


La quota del Consorzio-Sir passata nel maggio 2010 a Ligestra Tre valeva 228 milioni di euro? Questa sembra sia stata la valutazione che i periti del Ministero dell'economia e delle finanze hanno finalmente effettuato all'inizio del 2014, dietro le insistite richieste dell'azienda acquirente. Lo si apprende dal bilancio 2014 di chi controlla Ligestra Tre, ossia Fintecna, di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti, ma il cui maggiore azionista non è altri che il Ministero dell'economia e delle finanze. A leggere bene i dati, pare che quei 228 milioni siano in realtà la stima di un «patrimonio separato» del Comitato, che però non si capisce bene cosa sia. Si sa soltanto che Ligestra Tre ha subito provveduto a girare quei soldi al Ministero. Di fatto il Consorzio-Sir è tutt'altro che defunto. Siamo ormai arrivati con questa ricostruzione al 2014 e il Consorzio per il salvataggio dei Rovelli ha solo cambiato nome, ma le mani che lo gestiscono sono sempre le stesse: quelle ministeriali. A che serve tenere in vita questo cadavere?